Seguono le grandi partite per la classifica casalinga di Genova. Dopo Udine e la partita casalinga contro il Parma questa volta, ecco il Firenze e la squadra di mister Cesare Prandelli, che ha fermato Covid-19. Una partita che ha sempre visto le due squadre lottare per la sopravvivenza nelle ultime stagioni e in un unico scenario, la finale 0-0 è pari alla permanenza delle due squadre in serie A, ma ecco il passato, in sintesi, di questo incontro rispetto alle partite giocate al Franchi nella massima serie italiana.

A Firenze, gli ultimi quattro contrasti erano sempre in parità, e di questi, gli ultimi tre erano senza gol. Dobbiamo andare al 2017 dove la sfida si è conclusa su un pirotecnico 3 a 3 per trovare i bersagli delle due squadre. Per i nativi, Ilicicic, Chiesa e Kalinic, doppio Simeone e doppio Hjliemark per il Grifone.

Nella notte dei tempi, l’ultima rappresentazione genovese si è persa e risale al 1977, quando Pruzzo e Arcoleo governavano i toscani. Al centro, tra le due valutazioni, Casarza ha realizzato il momentaneo pareggio. Il Grifone al Franchi aveva appena tre vittorie, le prime due arrivarono anche negli anni ’30, su 49 partite finora disputate nella serie più alta della Toscana.

Nel mese di dicembre, in quattro condizioni, i due compagni attraversarono le tacchette con una pessima prestazione per il Genoa, tre sconfitte e un pareggio. E c’è anche un 7 a 1 per i gigli tra le tre partite senza punti, peggio automaticamente passivi contro i toscani. Va detto, però, che il risultato che è uscito praticamente sempre è stato il pareggio nelle ultime sette sfide, solo in un caso, il 12 settembre 2015, grazie al gol di Babacar, la Fiorentina ha vinto 1 a 0.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY