Dalla Spagna, Donbalon, la nota rivista sportiva digitale Donbalon, rilancia la possibilità che Pato, già Milan, sia davvero vicino a Genova e, quindi, ritorni in serie A italiana, che tra il 2008 e il 2013 lo ha avuto come protagonista. Ripercorriamo la storia di questo giocatore che, come promessa, è arrivato nel nostro Paese ma che, alla fine, non è scoppiato del tutto. Prendiamo quanto riportato dal sito iberico:

Una promessa che non è mai scoppiata del tutto. Donbalon.com, il sito spagnolo, parla di Alexander Pato. Quando era molto giovane, è arrivato a Milano, ma non è riuscito a diventare la star che tutti, dirigenti e appassionati di Milano, avevano previsto. Per rubarlo a Porto Alegre, i rossoneri hanno pagato 24 milioni di euro (nel 2007). E infatti, fino al 2009, quando ha vinto la Confederations Cup con il Brasile, gli obiettivi non sono mancati. Eppure la vita di Pato ha cominciato a cambiare, e le ferite sono seguite, ma non solo.

L’addio a Milano e all’Italia in quella fase e il ritorno a casa con i Corinzi prima e con il prestigio di San Paolo poi. Ecco la vita fresca e la dea bendata che tornò a guardarlo e lo riportò al Chelsea nella Top League in Europa. Tuttavia, è rimasto in Inghilterra per soli sei mesi. In Spagna, a Villareal, hanno scommesso su di lui. Non se la cava molto bene sul campo, ma a gennaio è attratto dai “soldi” della Cina, dove giocherà per due anni e mezzo a Tianjin Quanjian. Il potenziale per tornare in Italia in serie A con il Genoa sembra ora molto vicino.

Viene rilasciato Alexandre Pato, nato nel 1989, e fa parte di una cerchia di giocatori che potrebbero interessare il Grifone per rafforzare un reparto d’attacco che in questi primi giorni di campionato si è dimostrato privo di un vero fromboliere.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY