Ieri erano entrambi in ginocchio al Parc des Princes, intorno al centrocampo con le braccia alzate e i pugni serrati. A grandi lettere, la scritta alle loro spalle è: “No al razzismo” “La UEFA – scrive Il Messaggero -, che lo ha immediatamente sospeso e ha subito istituito una Commissione d’inchiesta, si è sempre dimostrata intransigente contro il razzismo. Che si tratti di club, tifosi, giocatori e dirigenti. E ora anche degli arbitri “La UEFA – scrive Il Messaggero -, che lo ha immediatamente sospeso e ha subito istituito una Commissione d’inchiesta, si è sempre dimostrata intransigente contro il razzismo.

La vita di Coltescu, che “probabilmente ha finito di fare l’arbitro” si è conclusa ieri sotto i riflettori, mettendo in mostra “alcuni aspetti del suo carattere decisionale che nelle 364 partite da lui dirette lo hanno spesso portato a tirare fuori cartellini gialli e rossi per tenere le partite in mano”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY