“Il campionato non è a rischio e non deve essere interrotto. È opportuno rimandare la Torino-Genova”. Lo dice Gianni Nanni, membro della commissione medica della Figc, durante un’intervista rilasciata a “Radio Punto Nuovo”: “Quello che è successo non era previsto. Il protocollo è molto serrato, è successo qualcosa che ha messo in pericolo la sicurezza di quest’ultima. Conosco molto bene lo staff medico di Genova, sono persone eccezionali, estremamente prudenti”. Dobbiamo capire dove si è verificata la violazione e come av av”.Succederà di nuovo. A proposito di Genova-Torino? Non ci sono ancora stati incontri formali. Credo sia possibile ritardare la partita, entrambi non hanno obblighi europei, quindi possiamo mettere il recupero. La quarantena dura 14 giorni, quindi devono aspettare due settimane: La ASL 3 di Genova se ne occupa la ASL 3. Formule tampone simili? Se è importante dimostrare la sensibilità dei tamponi rapidi, se sono certificati dal Ministero della Salute e sono disponibili in grandi quantità, è probabile Semplificate il vostro lavoro. Non sono ancora stati formalmente verificati e non devono ancora essere considerati un’alternativa ai tamponi. Se vogliamo che il protocollo abbia il maggior successo possibile, bisogna tenere presente che le misure di protezione e di tutela devono essere sempre applicate. Rischio del campione? Ad oggi, no. La partita Genova-Torino potrebbe essere a rischio, ma perché dovrebbe essere a rischio? Allora quanti comportamenti di un solo infetto dovrebbero essere a rischio? “.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY