Per le serie complete, la serie B e la serie C non sono un serbatoio di talento. Almeno non all’ultima sessione di mercato, dove al momento ci sono pochissime mosse di giocatori da club cadetti a club di serie A. Nella lista che segue ci sono tre giocatori della SPAL, due di Lecce e uno di Brescia, quindi l’anno scorso erano in massima serie. Non c’è nessun Tommaso Pobega perché è legalmente di proprietà del Milan e non è un giocatore di Pordenone che ha generato vendite e profitti economici, ma piuttosto un professionista. La lista aiuta a pensare bene, perché le spese sono state davvero poche e più per necessità (i soggiorni dei portieri a Genova e La Spezia) che per virtù. Oltre ai legami tra Lazio e Salernitana, una resurrezione è quella di Barba al Benevento. C’è una meraviglia, semmai: c’è un solo giocatore di C che è stato acquisito da una società di A. Si tratta dell’aretino Giuseppe Caso, che è rimasto a Genova. Ci sarà la dimostrazione che c’è il manager di Lipsia, Julian Nagelsmann, che si è detto molto contento del primo effetto della nuova realtà di Justin con le eccezioni, o lo schema si dimostrerà più che negativo?

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY